Conversazioni, Sussurri dal Ghetto

Personale di Robert Hromec
a cura di Martina Campese
Aperta dal 14 Luglio al 31 Agosto 2017
da martedì a sabato 10:30 – 13:00 e 15:30 – 19:00.
Domenica su appuntamento.

Vernissage 14 Luglio ore 18:00

Download della presentazione di Sussurri dal Ghetto in italiano e inglese

arte spazio tempo galleria d'arte arte spazio tempo galleria d'arte
arte spazio tempo galleria d'arte arte spazio tempo galleria d'arte
arte spazio tempo galleria d'arte arte spazio tempo galleria d'arte
arte spazio tempo galleria d'arte arte spazio tempo galleria d'arte

L’Associazione culturale GEA è lieta di promuovere la mostra “Conversazioni” dell’artista Robert Hromec, a cura di Martina Campese, all’interno dello spazio espositivo Arte Spazio Tempo, nel cuore del Ghetto Ebraico di Venezia.
L’idea attorno alla quale si sviluppa l’esposizione è la volontà dell’artista di creare delle opere che “conversino” ed entrino in relazione con il Ghetto. Un luogo storico per eccellenza, che da sempre affascina chi al suo interno scopre una diversa realtà rispetto al resto della città lagunare. Un fascino che nasce da una particolarità storica e architettonica.

L’artista slovacco riesce, con il suo linguaggio distintivo, a ricreare questa relazione, ed è così che i soggetti che popolano le sue opere, i cui profili sono appena accennati, sussurrano tra di essi, implicati, uno di fronte all’altro, in una conversazione con il Ghetto.

In particolare, le opere David’s stars, mostrano l’immagine-simbolo per antonomasia dell’ebraismo reinterpretato dall’artista con il suo stile graffiante ed evocativo di un linguaggio arcaico che s’impossessa di essa.

Oltre alle opere dedicate al Ghetto ne esporrà delle altre in cui è visibile la sua piena maturità artistica.

Robert Hromec è nato nel 1970, ha conseguito il diploma in Pittura all’Hunter College di New York (1998) e in Incisione al City College di New York (1995). Ha studiato Belle Arti presso l’Istituto Pratt (1990-91); è stato assistente presso il Dipartimento di Pittura presso l’Hunter College (1997-98) e ha lavorato al Metropolitan Museum of Art di New York (1992-98). Durante il suo soggiorno a New York, Hromec sperimenta diverse tecniche artistiche fino a raggiungere un suo proprio linguaggio, che chiama “printpainting”, i cui ultimi lavori utilizzano la piastra di alluminio come base. Il suo lavoro è pluripremiato ed è stato esposto in oltre settanta mostre tra Stati Uniti, Canada ed Europa. Nell’estate del 1997, uno dei suoi dipinti è stato incluso in una mostra collettiva presso il Metropolitan Museum of Art di New York.
Nel 2010, il Danubiana Meulensteen Museum of Art ha pubblicato la monografia “Twenty Years” dedicata al lavoro di Hromec dal 1990 al 2010. A dicembre 2013, Cantor Art Press di New York ha pubblicato il libro “Robert Hromec: New Mixed-Media Paintings on Aluminum Plate”.
Robert Hromec ha esposto in Italia nel 2014 a Firenze e Lucca con la mostra “Hands of light”; nel giugno 2016 ha esposto alla Area35 Art Gallery di Milano con la mostra “Silenzio”. Vive e lavora a Bratislava.

Arte Spazio Tempo, Campo del Ghetto Nuovo 2876-2877, Venezia.

ROBERT HROMEC | SUSSURRI DAL GHETTO a cura di MARTINA CAMPESE
ROBERT HROMEC | SUSSURRI DAL GHETTO
a cura di MARTINA CAMPESE