Human landscape Human landscape
Human landscape Human landscape
Human landscape Human landscape
Human landscape Human landscape
Human landscape Human landscape
Human landscape Human landscape
Human landscape Human landscape
Human landscape Human landscape

a cura di Giulia Cacciola

4 – 20 settembre
orario 10:00 – 13:00 e 14:00 – 18:00

Inaugurazione Venerdì 4 settembre ore 18

Un viaggio onirico, quasi spirituale, si apre tramite l’unione di queste opere, come se ognuna di esse conservasse una parte delle altre e dialogassero in un continuo confronto tra di loro. 
Opere così diverse ma così uguali, così lontane nel tempo di creazione, ma così vicine nella tipologia di realizzazione, da riuscire a sintetizzare i principali progetti di Paolo Scarpa e della sua lunga carriera e vita d’artista.

Paolo Scarpa si descrive così:

“Credo di avere sempre disegnato e dipinto. Vedevo mio padre, il pittore Luigi Scarpa Croce dipingere nel suo studio a casa al lume di candela quando c’erano gli allarmi notturni nel periodo della seconda guerra mondiale, a Burano, a Venezia, in montagna. Io mi divertivo a tracciare labirinti, castelli, aquiloni, uccelli di fuoco ascoltando Stravinskij, animali fantastici …dopo tutti questi anni passati a dipingere, a far mostre, restauri…mi diverto ancora a tracciare segni, forme e colori sui muri sulle tele e sulla carta”.

Tiresia Paolo Scarpa pittore alla galleria arte spazio tempo

Galleria Arte Spazio Tempo